4 Agosto – Remo Bodei: Utopie. Crisi politica e attese di un mondo migliore

SABATO 4 AGOSTO ORE 21,30

Remo Bodei Utopie. Crisi politica e attese di un mondo migliore.
Non abbiamo avuto dubbi nell’assegnare a Remo Bodei le conclusioni del viaggio sulle “Vie del giornalismo”. Dopo l’esperienza dell’anno scorso con la sua lectio sulle Paure che spadroneggiano nel corpo della società, crediamo che Bodei possa sintetizzare al meglio il lavoro ormai conclamato delle Bugie nella vita dell’uomo d’oggi.

Vita quotidiana in cui sono emerse con impeto le forze che hanno ridotto a schegge sempre più individualistiche gli antichi limiti della convivenza, della morale, della ricerca. Oggi, dice Bodei “Viviamo in una fase storica caratterizzata dall’incertezza del futuro e da una classe politica che sembra inadeguata ad affrontare i giganteschi problemi che abbiamo davanti (globalizzazione, disoccupazione tecnologica, terrorismo, povertà).

La caduta o il declino dei regimi comunisti ha comportato il discredito dell’ideale di eguaglianza e di quello di utopia. Si è parlato di “morte delle utopie”, ritenendo che il voler trasformare le società in base o progetti radicali abbia portato a esiti catastrofici. Si predica perciò un realismo che confina, tuttavia, con l’accettazione dell’esistente. Rinasce, attualmente e per reazione, il bisogno di riprogrammare il futuro in modo che che tocchi aspetti fondamentali dell’esistenza di individui e comunità considerati immodificabili”.

Remo Bodei ha insegnato Storia della filosofia all’Università di Pisa e alla UCLA di Los Angeles.

Inoltre ha insegnato alla Scuola Normale superiore. Ha studiato e insegnato in diverse università europee e americane. Bodei ha analizzato la tradizione filosofica occidentale mostrando come le passioni, a lungo condannate come fattori di turbamento della razionalità, siano in realtà strumenti del dominio politico e sociale.

Lascia un commento

Search

+